Cibi funzionali: Ley rivoluziona il mercato con la sua farina d’orzo.
74
post-template-default,single,single-post,postid-74,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.6,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Cibi funzionali: Ley rivoluziona il mercato con la sua farina d’orzo.

Negli ultimi anni sulle tavole degli italiani sta rapidamente crescendo la presenza dei cosiddetti “healthy food” e di cibi biologici. Alla base di tale trend vi è una crescente attenzione alla salute e al benessere da parte dei consumatori, entrambi elementi che li spingono a fare scelte alimentari più ragionate e attente.

In linea con tali trend va emergendo un sempre più marcato interesse nei confronti dei functional food, o più semplicemente alimenti funzionali: si tratta di quei cibi che, oltre ai valori nutrizionali di base, contengono ulteriori nutrienti in grado di migliorare lo stato di salute o ridurre il rischio di malattie.

Tali alimenti aiutano ad acquisire i nutrienti necessari per condurre uno stile di vita sano ed equilibrato grazie all’interazione, più o meno selettiva, con una o più funzioni dell’organismo contribuendo al loro miglioramento e/o alla preservazione.

La rivoluzione della farina di birra Ley

Fra gli alimenti maggiormente interessati a tale trend possiamo sicuramente annoverare il settore molitorio. La farina, abbondantemente utilizzata per una grande varietà di cibi, è uno degli alimenti su cui maggiormente si sta concentrando l’interesse dei consumatori (sono infatti sempre più presenti sul mercato nuove tipologie di farinacei derivanti da legumi e altri cereali).

Fra le più recenti innovazioni sul tema possiamo indicare la farina derivata dalla trebbia di orzo, utilizzata nella produzione della birra. Questo particolare tipo di farina può essere considerata a tutti gli effetti un cibo funzionale per via della sua capacità di fornire un alto contenuto di fibre e proteine rispetto alle farine tradizionali. Questa farina presenta allo stesso tempo un bassissimo contenuto di grassi e una minor presenza di carboidrati, entrambi poco indicati per un regime alimentare controllato.

Per assaporare il cambiamento attraverso un alimento che unisca il gusto al benessere bisogna quindi rivolgersi a LEY, ovvero la prima azienda al mondo specializzata nella produzione di farina di birra. L’attenzione alla qualità e la decennale ricerca hanno portato LEY ad essere un punto d’incontro fra tradizione e avanguardia, producendo una farina unica nel suo genere.